Territorio

Viaggio nel Sarrabus, alla scoperta degli antichi segreti degli abitanti del luogo


Il territorio del Sarrabus è un territorio ancora incontaminato, selvaggio e autentico.

Prima di scorgere segni di vita cittadina, attraverserai strade circondate da un paesaggio montuoso, ricco di vegetazione della macchia mediterranea. 

Appena arriverai all’ingresso dei piccoli paesi di quest’area ti renderai conto fin da subito che nulla hanno a che fare con le grandi città che ti sei lasciato alle spalle dopo la tua partenza.

Questi paesi, sono come un blocco a sé stante, ognuno di loro ha la sua forte identità che trova ragione nell’attaccamento che le persone hanno per il proprio luogo di nascita, per le proprie usanze e per la propria cultura.

Incontrerai persone che all’apparenza potranno sembrarti fredde e molto rigide.

Questo è un tratto caratteristico degli abitanti del Sarrabus, con il quale dovrai prendere confidenza durante il tuo soggiorno. 

Ma prima che tu possa vedere negativamente questo aspetto, ti accorgerai prestissimo che l’ospitalità è di casa

Il Sarrabus, come avrai intuito si compone di vari comuni. 

Tra paesi confinanti non c’è un vero e proprio campanilismo ma una sana competizione e attaccamento alle proprie origini come già accennato in precedenza.

Gli abitanti del posto hanno sempre vissuto di pastorizia, agricoltura e artigianato, sono molto fieri del loro lavoro, della tradizione e della loro cultura.

Non abbandonerebbero mai il loro gregge e i loro campi per qualcos’altro. Portano avanti il loro lavoro con grande sacrificio, ma anche con grandissima passione e devozione. 

In questi territori è possibile incontrare la leggendaria bellezza della donna sarda, capelli neri e profondi occhi scuri sono il dna distintivo di queste bellzze locali.

Non solo bellezza esteriore, ma una bellezza culturale, che ancora oggi si può incontrare nelle donne che tessono la lana sugli antichi telai tradizionali, segno tangibile della presenza di un passato senza tempo.

L’intero territorio ha una storia matriarcale, dove la donna, fin dall’antichità era abituata a governare, guidare e reggere ogni attività.

Grazie al suo carattere forte, alla sua tenacia e al lavoro, la donna ha guadagnato il rispetto di tutti.  

Gli uomini di queste zone sono dei grandi lavoratori. Si occupano principalmente della coltivazione dei campi, dell’allevamento del bestiame e della pesca.

La loro carnagione, molto scura, è dovuta alle tante ore trascorse sotto il sole del lavoro e non delle spiagge.

A presto,

Alberto Garau

Digital Marketing Sardinia Co-Hosting



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *